puzzle-piecesDi colpo tutto sembra diventarti avverso, ogni tassello che avevi minuziosamente predisposto per creare il puzzle perfetto sembra voler cambiare forma e nulla si incastra più come vorresti.

E’ da Agosto che la tua testa non pensa ad altro, hai cercato di fare in modo che l’ eccitazione mentale del correre la tua maratona diventasse anche eccitazione e preparazione fisica.

Fino a Venerdì tutto sembrava perfetto, voglia a manetta, fisico preparato, testa pronta, tabella mentale preparata, definita la tua strategia…poi di colpo Sabato mattina ti svegli e dici ” o cazzo…..”. La gola fa male, la testa picchia e ti senti spossato di brutto. La legge di Murphy ha colpito ancora, il tuo fisico sta dando dei segnali strani che potrebbe darti tutti i giorni, ma non adesso!

Di colpo tutto non torna! Le gambe fanno male, ti senti stanco come se la maratona l’ hai già corsa, la tua testa di colpo ti molla e tutto diventa complicato, quella che era fino a ieri determinazione e voglia diventa rabbia.

Cosa fare? REAGIRE, se al fisico non puoi imporlo imponilo alla tua mente. Ci sono ancora 7 giorni, tutto deve passare. Guarda il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto, pensa che questa era la settimana di scarico e che quindi il fermarti era già previsto e non vanifica tre mesi di duro lavoro, o almeno pensa che non lo vanificherà del tutto.

Pensa che quello che hai scritto sia vero, che sei capace di farlo. Solo così potrai partire Domenica mattina sapendo di potercela fare, solo così potrai pensare di arrivare in “riva sette martiri” e guardare il cielo ringraziandolo di aver potuto vivere!

E ricorda sempre quello che disse Emil Zátopek (1922-2000), stai andando a vivere una vera esperienza, non a vincere una gara!

Se desideri vincere qualcosa puoi correre i 100 metri. Se vuoi goderti una vera esperienza corri una maratona.

Se desideri vincere qualcosa puoi correre i 100 metri. Se vuoi goderti una vera esperienza corri una maratona.

Magari potrebbero interessarti anche: