AIX rifacciamo il punto

Ormai mancano meno di 50 giorni ad AIX, il mio primo 70.3 La situazione non è drammatica ma neanche delle migliori, ma andiamo con ordine.

ironbuc

Nuoto: qui, cosa totalmente inaspettata, siamo forse alla disciplina dove siamo messi meglio. A gennaio la situazione era per dirla semplice drammatica. Oggi con 2 allenamento a  settimana siamo su una media di 5000/ 5500 con ritmo medio sui 2:02 ai 100. Se guardo da dove sono partito mi stupisco da solo. Qui il fatto di allenarmi con Polo ha giocato una chiave strategica non indifferente

Bici: ecco diciamo che la bici da un lato mi vede partire avvantaggiato perché è da sempre la mia passione, dall’altro il preparare un 70.3 da farsi al 1 maggio non è dei più agevoli sotto l’aspetto meteo. Mettici anche che la bici richiede parecchio tempo che fatico a far saltare fuori diciamo che più di 1 allenamento a settimana non riesco a picchiarlo dentro. Il chilometraggio sta salendo ma quello del quale sono davvero soddisfatto è che ho recuperato “feeeling” con il gesto sportivo. ora siamo sui 80/9′ a uscita, dopo Pasqua si fa il lunghissimo con giro del lagone. Altro aspetto molto bello della bici è che ho trovato la conferma di un’ottima compagnia di allenamento sempre con Polo e, in questo caso, anche con Alberto.

Corsa: la piaga. Sti problemi che trascino da ormai quasi due anni non mi danno tregua. Ora con i plantari pare che ho trovato un precario senso di equilibrio con i dolori che sono gradualmente andati. Permane un senso di fatica e un gesto da recuperare, sempre che l’avessi mai avuto. Ormai ne sono conscio che la corsa sarà una lunga odissea, spero di arrivarci bene e riuscire a gestirmi.Quello che sono riuscito a fare l’ho fatto e lo farò anche nei prossimi 50 giorni, ma non posos sperare nel miracolo

Peso: secondo punto dolonte. i Kg accumulati durante sti 19 mesi di merda sono 10 circa. Piano piano sto buttandoli giù ma è dura. Ora ci vuole un mesetto fatto bene per riuscire ad avvicinarmi ad una decenza.

Ora resta un mesetto, cercherò di continuare con la stessa voglia avuta fino ad oggi…ma intanto si sta già pensando alla cagata n°2 dell’anno del signore 2016…..

Magari potrebbero interessarti anche:

Precedente

Calpestare i sogni

Successivo

Aprica, si chiude un capitolo

  1. Hej Gitte,Tak fordi du spurgte. Ja, det kan du godt forvente. Udover brugen af vandtæt materiale (som vi kalder rubber eller plain) har alle vores regnsæt enten svejsede eller tapede sømme, der sikrer at sømmene også er 100% vandtætte.De bedste hilsnerCaroline, Ticket to Heaven

Lascia un commento

Copyright © 2016 · Paolo Bucella
& Tema di Anders Norén