L’anno che verrà

E’ passato un anno da quella maledetta sera, quella sera dove dal Sabato mattina alla Domenica sera è cambiata la nostra storia, dove quello che sarebbe venuto non lo avevamo mai potuto neanche pensare se non in qualche strano film di fantascienza. Dall’ essere seduti ad un bar dopo una sciata ad essere seduti a guardare la scuola che chiude, le attività che si fermano, preludio a quella cosa che oggi nominiamo con normalità ma che fino ad allora manco sapevamo cosa fosse, il LOCKDOWN.

Da quel 22 Febbraio le nostre vite sono cambiate, tutto è cambiato. Ma purtroppo non per tutti. I coglioni sono rimasti coglioni!

Da quel 22 Febbraio l’ IO è andato dovuto in letargo, surclassato nella testa delle persone intelligenti da un NOI. Non è più quello che da piace o da fastidio a me a dover essere preso in considerazione, ma quello che serve per la comunità a dover essere fatto.

La mia vita è cambiata…io sono cambiato…ma non sempre il male viene per nuocere, può anche succedere che nel cambiare uno scopra del positivo.

E mi fermo qui……non ho più voglia di dire nulla.

Se non ringraziare chi mi ha capito nelle mie scelte ma soprattutto Michela, Cecilia e Matteo. Da questa merda usciamo di sicuro più forti, determinati e uniti. Con loro ogni scelta è stata condivisa, discussa e motivata. Insieme abbiamo scoperto come poter valorizzare il tempo insieme costruendo.

L’anno vecchio è finito, ormai

Ma qualcosa ancora qui non va.

Si esce poco la sera, compreso quando è festa!

L’anno che sta arrivando tra un anno passerà

Io mi sto preparando, è questa la novità

Condividimi con:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.