COVID19 – Rinascere dalle ceneri

Erano alcune settimane che meditavo di ridare vita a questo blog in una veste nuova. La ritornata voglia di correre, il non avere più vincoli o remore nel mandare a cagare qualcuno, la mia nuova vita lavorativa assestata, la dieta ripresa….tanti motivi per ridare luce a questo spazio. Poi di colpo si è spenta la luce, ma non quella del blog, quella della Lombardia. Un bastardo è arrivato a minare il già fragile equilibrio della nostra regione e in pochi gironi della nostra nazione. Il CORONAVIRUS, più tecnicamente il COVID19, più semplicemente un subdolo e nascosto bastardo che nel giro di 15 giorni ci ha cambiato la vita…per sempre. Dall’essere su un crinale nevoso a fare skialp a non poter disporre della mia libertà, dall’essere stufo di stare con i tuoi figli a sentirne immensa mancanza. Questo è quello in sintesi che è successo alle nostre vite nel giro di 15 giorni. Noi 45enni che ricordavamo e raccontavamo ai nostri figli di quando siamo stati a casa da scuola 5 giorni per Chernobil di colpo diventiamo dilettanti verso di loro che di giorni ne faranno se va bene 45.

Ora il blog rinasce per dare uno spazio ai ricordi. Rinasce dalle ceneri come io dopo 2 anni di crisi mistica cerco di rinascere un altra volta, come il mondo che di certo tra qualche mese rinascerà più forte di prima.

Un luogo dove tra 20 anni andrò a curiosare per rinfrescare questo periodo che ci avrà cambiato la vita, un luogo dove Matteo e Cecilia andranno a far vedere cosa è successo nel 2020, oltre a fra vedere quanto fuori di cozza era ( e se Dio vorrà è ancora) il loro vecchio.

CIAO SERGIO

Un giorno un cliente della mia vita passata vedendomi entrare mi disse ” UEH Marchionne!”. E si…Sergio Marchionne è stato secodno me un grande manager ma sopratutto l’uomo che ha saputo anche togliere l’abito al monaco. Io ho sempre odiato vestito e cravatta….da che lui mi ha ispirato li ho totalmente aboliti.

Di lui tante frasi mi hanno colpito, ma tra tutte questa è quella che più mi ispirato e aiutato in momenti di scelte:

Abbiate sempre il coraggio di cambiare voi stessi, le vostre idee, il vostro approccio, il vostro punto di vista, perché è l’unico modo per cambiare… le cose che non vanno e per migliorare la vostra vita e quella di tanti altri… Pensate a quale impronta volete lasciare, a quale differenza volete fare

Ciao Sergio, mancherai alla TUA nazione, mancherai alla nostra ecomomia e mancherai anche a noi giovani generazioni.

2018: Reborn

Il 2017 è finito con la mia personale rivoluzione. Dopo 23 anni ho non solo cambiato ma proprio voltato pagina. Per una volta, forse la prima volta, ho preso in mano la mia vita e avuto il coraggio di fare ciò che da sempre probabilmente desideravo senza rendermene davvero conto. 

Leggi tutto

15980 giorni per prenderne un po!

“Una gran quantità di talento viene sprecata nel mondo per mancanza di un po’ di coraggio. Ogni giorno manda nei loro cimiteri uomini sconosciuti la cui timidezza ha impedito loro di compiere il primo sforzo. Il punto è, che per fare qualsiasi cosa al mondo che valga la pena di fare, non dobbiamo ritrarci tremanti e pensando al freddo e al pericolo, ma tuffarci ed attraversare la mischia al meglio che possiamo.”

SYDNEY SMITH

 

CARO FACEBOOK TI SCRIVO

Ci eravamo tanti amati io te! Era il 26 Ottobre del lontano 2008. Facebook esisteva da 4 anni ma in Italia in pochi sapevamo cosa fosse. Ricordo che eravamo ad  una delle prime versioni in Italiano. Spinto dalla curiosità decisi di creare un mio account e scoprire questo strano mondo del social. Eravamo in pochi, le relazioni erano per lo più umane, Facebook era una costola a latere dei rapporti interpersonali.

Leggi tutto

Metti una X e continua a scrivere BUC

Poi giunge il momento di riguardare indietro e vedere quante volte negli ultimi anni hai detto ricominciamo senza ricominciare. Le scuse sono molte ma quando sei tu il primo a non credere più nelle scuse il gioco finisce. Li devi decidere di prendere il quaderno, tirare una croce, saltare due pagine e scrivere i tuoi obiettivi. Obiettivi piccoli ma raggiungibili, obiettivi misurabili e incentivanti. E stampati in testa solo una cosa da qui in avanti ” Your only limit IS YOU”. Senza scuse, tira una X, lascia dei fogli bianchi per far pace con te stesso e da li comincia una nuova storia. E questo IO STO’ FACENDO, con un sorriso dentro che da qui deve rimanere.